La morte del top manager e la dinamica della comunicazione fa discutere negli Stati Uniti. Per l’avvocato William Rosenstadt, «la rilevanza del Ceo per il gruppo» pone il problema della comunicazione tempestiva delle condizioni di salute. Ma Fca nega di esserne stata a conoscenza e quindi decadono «gli interrogativi su eventuali obblighi». Le class action da parte di investitori sono possibili, ma gli esiti sono sempre incerti. Secondo l’esperto di governance Douglas Chia, servirebbero «piani delle aziende per la successione in casi di emergenza ed esami medici obbligatori»…

Source: sole24

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *