C’è un filo invisibile che lega Danske Bank e Daphne Caruana Galizia, l’Estonia e Malta. È una cascata di denaro sospetto che si irradia come un fiume carsico dall’Azerbaijan lungo tutta l’Europa e che sbuca a migliaia di chilometri di distanza dove meno te l’aspetti. È l’elemento che salda lo scandalo della banca danese, coinvolta in un oscuro giro di 200 miliardi di euro e incriminata in Danimarca il 29 novembre per violazione delle leggi antiriciclaggio…

Source: sole24

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *