Dopo il rally estivo che aveva fatto triplicare il prezzo dei «diritti a inquinare», la speculazione cambia rotta: la CO2 ha già perso il 40% rispetto ai record, ripiegando verso 15 euro per tonnellata. Anche per il petrolio ottobre è stato un mese di forti ribassi, il peggiore dal 2016. E le tensioni sui mercati all’ingrosso di gas ed elettricità stanno finalmente venendo meno, proprio alle soglie dell’inverno…

Source: sole24

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *