Il ribasso del cambio dell’euro potrebbe avere il fiato corto. Perché per ora è frutto più di aggiustamenti dei portafogli speculativi, colti in contropiede dal balzo dei rendimenti dei titoli di Stato Usa oltre il 3%, che di un vero cambio di visione sul mercato. Nel medio termine il trend potrebbe dunque invertirsi di nuovo: i fondamentali dell’economia sembrerebbero infatti spingere verso il rafforzamento dell’euro. O, quantomeno, non verso il suo indebolimento…

Source: sole24

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *