Attesa per le mosse del governo martedì al secondo incontro con Mittal. Da Conte la proposta di uno scudo «soft» e di misure per fronteggiare la crisi del settore se la multinazionale rispetterà i patti. Intanto l’amministrazione straordinaria ricorre al Tribunale di Milano contro il recesso. E se in fabbrica si lavora, l’indotto è in stato agitazione