Secondo Bloomber nell’intera area del Golfo è in atto una sorta di “mania della fusione” in parte dettata anche dalla necessità di sfoltire il comparto e renderlo più forte ed efficiente. Va tuttavia sottolineato che non sarebbe questa un’urgenza specifica dell’Arabia Saudita, dove, a fronte di un bacino di circa 30 milioni di persone si contano meno di 30 istituti di credito locali e internazionali. Diversa, invece, la situazione negli Emirati Arabi Uniti, che contano una cinquantina di 50 banche per meno di 10 milioni di abitanti…

Source: sole24

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *