Giovedì 19 novembre, al Cocca Hotel di Sarnico, alla presenza di una quarantina di invitati tra cui molti imprenditori e liberi professionisti, si è tenuto il SaloCo Finanziario “Mine Vaganti” di Ottavio Canfora durante il quale sono stati affrontati numerosi temi scottanti  dell’attualità economico-finanziaria.

La serata si è aperta con una breve presentazione degli aspetti professionali ed operativi del relatore di maggior utilità per il pubblico: esperienza formativa, valori etici e competenze, configurazione e potenzialità del rapporto. Quindi, è stata la volta delle “Mine Vaganti” ossia delle situazioni ad alto rischio per gli investitori.

Con l’ausilio di una vivace serie di contributi audiovisivi sono stati trattati i seguenti argomenti:

Il Bail in. Nell’imminenza della sua entrata in vigore qual è la situazione delle banche in Italia e quali sono le conseguenze per i risparmiatori.

I Beni Rifugio. Cosa sta succedendo alle incrollabili certezze di una volta.

I CACs (Clausole di Azione Colle5va). Le potenziali ripercussioni se si cambiano le regole del gioco in corsa e i tassi delle obbligazioni vengono rinegoziati prima della loro scadenza.

La Deutsche Bank. Il colosso tedesco in difficoltà tra i suoi mille errori.

La Grecia. L’antieuropeismo e le spinte secessionistiche che rivelano la fragilità dell’Unione.

Il Movimento Migratorio. L’inadeguatezza e la destabilizzazione dei sistemi politici di fronte all’incontenibile spinta migratoria e alle sue preoccupanti derive terroristiche.

L’Online fai-da-te. Ossessioni e rischi dell’oCovolante tecnologico.

La Russia. Nostalgie di un passato non troppo remoto con nuove alleanze ed equilibri geopolitici.

La Cina. Le aspirazioni e le contraddizioni della prossima superpotenza mondiale.

Gli U.S.A. Nel balleCo dei tassi sono sempre loro a condurre le danze.

Gas Auto. Volkswagen ha trascinato la locomotiva tedesca e il settore dell’automobile in una palude dalla quale non si come uscire.

Ottavio Canfora ha proseguito con una serie di consigli pratici ed utili indicazioni operative non solo per “disinnescare le mine” ma, soprattutto, per iniziare a migliorare l’approccio e la strategia nella gestione e nella protezione del patrimonio.

Agli ospiti è stato cortesemente chiesto di compilare un questionario di valutazione per conoscere la loro opinione e perfezionare il prossimo Salotto Finanziario.

Un gradevole aperitivo ha, infine, concluso la serata.